La chimica del futuro: l’influenza delle tendenze e delle minacce contemporanee sullo sviluppo dell’industria chimica

Tecnologie innovative, materie prime di origine naturale di alta qualità, energia derivata da fonti rinnovabili, eliminazione dell'inquinamento, miglioramento continuo e rispetto delle esigenze dei consumatori. Questa è, in poche parole, l'industria chimica del 21 ° secolo. La crescente consapevolezza dei cambiamenti in atto nell'ambiente circostante, ma anche nella nostra mentalità, crea dinamicamente una rivoluzione tecnologica. Quando pensiamo al futuro, smettiamo di dire "qualche volta" ma iniziamo a dire "adesso". Abbiamo bisogno di soluzioni immediate che ci permettano di vedere concretamente il futuro. Quindi consideriamo quali tendenze dominano il mercato chimico. Quali cambiamenti attendono il settore nei prossimi anni?

Pubblicato: 21-10-2021

Mercato chimico mondiale

L’industria chimica ci fornisce prodotti che sono presenti in ogni ambito della vita . Industrie come cosmetica, automobilistica, edile, farmaceutica, alimentare e molte altre non potrebbero esistere senza materie prime e additivi chimici . Ciò rende la chimica uno dei settori industriali più grandi e chiave del mondo . In Polonia, l’industria chimica è al secondo posto in termini di valore della produzione venduta e al terzo in termini di occupazione. Ciò ha un impatto significativo sullo sviluppo economico del paese poiché il segmento chimico polacco è uno dei migliori al mondo in termini di tasso di crescita. La situazione è simile in altri paesi. L’onnipresenza della chimica fa sì che occupi un posto importante nell’industria globale. Le tendenze globali modellano fortemente le prospettive dell’industria chimica. Tuttavia, si devono ancora affrontare nuove sfide. Il ritmo degli attuali cambiamenti nella domanda e nelle priorità è determinato principalmente dalle nuove tecnologie e dalla digitalizzazione, ma anche dall’aumento della domanda di protezione ambientale e di efficienza delle risorse. Per aumentare la propria competitività sul mercato, l’industria chimica compie ulteriori passi per adeguarsi alle tendenze più in voga. Pertanto, viene sottolineato in modo significativo il ruolo chiave dei produttori chimici, che forniscono prodotti che sono un elemento necessario per mantenere lo sviluppo sostenibile dell’economia mondiale . Consideriamo quali tendenze e sfide sono poste all’industria chimica dai consumatori sulla strada della crescita e della competitività nel mercato industriale.

Primo: qualità della vita

Va notato che lo sviluppo dell’industria chimica ha un impatto significativo sul tenore di vita della società. Si stima che nel 2050 la popolazione mondiale raggiungerà oltre 9 miliardi , il che potrebbe causare un’ampia varietà di problemi. Le difficoltà saranno associate alla fornitura di una quantità sufficiente di risorse naturali ed energia . Anche una quantità limitata di cibo può diventare una seria minaccia. Le Nazioni Unite (ONU) prevedono che entro il 2050 sarà necessario aumentare la produzione alimentare fino al 70%. Nel Business Insider si osserva che se non si adottano misure per prevenire una catastrofe climatica, il PIL (prodotto interno lordo) potrebbe ridursi del 18%entro il 2050 e l’Europa potrebbe perdere fino all’11% . I cambiamenti che ci aspettano potrebbero tradursi in un calo della quantità di terra utilizzata per l’allevamento e la produzione agricola, l’estinzione di alcune specie, nonché anomalie e cambiamenti climatici che renderanno inabitabili alcuni territori . Inoltre, la ricerca scientifica condotta dall’Australian Breakthrough National Center for Climate Restoration conferma che se non adottiamo misure serie per combattere il cambiamento climatico, l’umanità potrebbe andare incontro all’estinzione. Un aumento della temperatura di 3 gradi Celsius nei prossimi 30 anni potrebbe comportare l’esposizione fino al 35 %della superficie terrestre globale e circa il 55 %della popolazione mondiale per 20 giorni all’anno a condizioni mortali che emergeranno come conseguenza di enormi siccità, calotte glaciali in scioglimento e foreste in decomposizione. Questa conoscenza ci permette di affermare che lo sviluppo dell’industria chimica nei prossimi anni sarà di grande importanza per l’umanità. Siamo costretti a cercare fonti alternative per materie prime vitali oa implementare tecnologie per produrre prodotti sintetici. L’industria sta inoltre compiendo sforzi costanti per ridurre le emissioni inquinanti, che hanno un enorme impatto sul progressivo cambiamento climatico.

Secondo – ecologia

Molti cambiamenti legati all’approccio pro-ambientale alla produzione di prodotti chimici sono determinati dalle normative comunitarie e dalle direttive interne dei singoli paesi . Tuttavia, il motivo principale è la crescente consapevolezza del pubblico, che sta diventando sempre più consapevole dei pericoli delle attività dannose per l’ambiente. Per molto tempo, l’immagine ecologica non è stata sinonimo di industria chimica. Questo è il motivo per cui l’industria sta ora ponendo una forte enfasi sulla sostenibilità e ne parla nelle sue comunicazioni. Alle suddette modifiche seguono una serie di iniziative, quali l’utilizzo di materie prime di origine naturale, tecnologie di produzione a risparmio energetico o la riduzione delle emissioni di CO2 . Tra i prodotti chimici ecologici, primeggiano le categorie del self care, dei prodotti chimici per la casa e delle materie prime per l’industria del packaging e alimentare. I consumatori si concentrano su marchi che mirano a ridurre al minimo l’impatto negativo sull’ambiente, proteggere la salute e le risorse naturali o migliorare le condizioni di vita delle comunità locali. Pertanto, la domanda di prodotti ecologici si concentra principalmente tra i prodotti con i quali abbiamo il contatto più stretto quotidianamente. I cosmetici o i detersivi eco e bio sono molto popolari sugli scaffali dei negozi. Per i clienti, caratteristiche come l’azione efficace, la composizione naturale, la biodegradabilità e l’impatto complessivo sul nostro pianeta stanno diventando sempre più importanti. L’industria chimica deve affrontare una grande sfida per soddisfare questi requisiti e fornire prodotti ecologici di alta qualità. Da anni aziende come il Gruppo PCC cambiano e adattano impianti e processi produttivi agli aspetti della sostenibilità. Tra le soluzioni chiave intraprese dall’industria c’è l’ottenimento di energia per i processi produttivi da fonti rinnovabili , come l’ energia eolica , idroelettrica e geotermica . In aumento anche l’ utilizzo di materie prime di origine naturale . Già nella fase di progettazione della formulazione viene affrontato il tema della possibilità della loro biodegradazione, riciclaggio (leggi anche upcycling) o successivo utilizzo dedicato alle industrie orientate all’ambiente, come l’edilizia passiva.

Terzo: salute e sicurezza

Viviamo in un mondo colpito dalla pandemia di COVID-19 da quasi due anni. La minaccia sconosciuta rappresentata dalla nuova malattia ha portato alla divulgazione delle tendenze associate all’aumento dell’assistenza sanitaria e dell’igiene. È stato confermato che uno dei metodi per ridurre il rischio di infezione da microrganismi patogeni è attraverso l’igiene e un’efficace disinfezione. Materie prime per la produzione di preparati medici e farmaceutici e disinfettanti si sono così aggiunte ai gruppi di prodotti più ricercati. In questo modo, la chimica ha acquisito un’importanza ancora maggiore come industria strategica per l’economia mondiale . Le sostanze chimiche più utilizzate in questi campi includono, tra le altre, ipoclorito di sodio, idrossido di sodio , acido monocloroacetico e acido cloridrico . Molto apprezzata è anche la vendita di disinfettanti pronti sotto forma di prodotti per la protezione individuale, preparati per la disinfezione delle superfici domestiche, ma anche per uso professionale per la disinfezione di luoghi pubblici, luoghi di lavoro, fabbriche, scuole e altre grandi strutture . Nell’ambito della lotta congiunta contro la pandemia, i produttori hanno riallocato la loro capacità produttiva agli impianti responsabili della produzione delle materie prime ricercate al fine di aumentarne l’accesso, ma hanno anche donato in beneficenza parte dei prodotti finiti a i luoghi più bisognosi. Ciò dimostra l’importante ruolo svolto dall’industria chimica nella protezione della salute e della vita.

Quarto – nuove tecnologie

Il mondo moderno si basa sempre sullo sviluppo. Ogni giorno veniamo arricchiti da nuove scoperte e moderne tecnologie che migliorano il comfort della nostra vita. Come accennato all’inizio dell’articolo: “l’industria chimica ci fornisce prodotti che sono presenti in ogni ambito della vita”, motivo per cui la disponibilità di varie materie prime chimiche è alla base di molte invenzioni . Una delle scoperte chiave alla fine del XX secolo è stata la creazione della fibra ottica . La sua struttura si basa su materiali come fibre di vetro e plastica. Grazie all’utilizzo di questo tipo di cavo è possibile trasferire dati a velocità fino a diversi terabit al secondo. Tuttavia, l’introduzione della tecnologia in fibra ottica non solo ci fornisce un accesso più veloce a Internet, ma ci ha anche permesso di ridurre il consumo di energia . Con circa 4 miliardi di utenti Internet attivi in tutto il mondo , possiamo immaginare che stiano inviando grandi quantità di dati che devono essere inviati, elaborati e archiviati. Per erogare questi servizi sono stati utilizzati innumerevoli chilometri di cavi, numerosi server e dispositivi di trasmissione dati, inquinando l’ambiente e consumando enormi quantità di energia. L’Agenzia internazionale per l’energia avverte che l’aumento delle emissioni di CO 2 da parte della rete globale entro il 2040 dovrebbe rappresentare circa il 14 %delle emissioni globali, ovvero il 10%in più rispetto a oggi. Pertanto, è importante diffondere nuove soluzioni, come i servizi cloud o le fibre ottiche, che possono ridurre significativamente le emissioni di anidride carbonica. Ad esempio, i cavi in fibra ottica forniscono un raggio di trasmissione incomparabilmente maggiore rispetto alle tecniche tradizionali, che consente l’eliminazione di molti dispositivi che consumano ulteriormente energia. La produzione delle fibre ottiche è ancora un processo complicato e una delle fasi più importanti è la preparazione della preforma, che viene utilizzata per ottenere la fibra ottica. Tra le altre cose, il tetracloruro di silicio , che sta diventando una materia prima chimica sempre più popolare, viene utilizzato per produrre preforme. Il tetracloruro di silicio ultrapuro , disponibile anche dal gruppo PCC, viene utilizzato anche nella produzione di fibre a bassa attenuazione . Pertanto, è importante che l’industria venga coinvolta nella produzione di nuove materie prime e nello sviluppo di tecnologie che possano incidere positivamente sulla sicurezza delle persone e dell’ambiente. In questo modo l’introduzione di cambiamenti pro-ecologici diventa ancora più semplice e ognuno di noi può adattarli a casa.

Quinto – casa

Se si tratta di introdurre le moderne tecnologie nelle nostre quattro mura, va notato quanto sia importante il ruolo delle materie prime chimiche utilizzate nel settore delle costruzioni . Recentemente, sempre più persone hanno deciso di realizzare i propri sogni di avere la propria casa o appartamento, il che ha portato a una grande richiesta di materiali da costruzione. Comfort e sicurezza sono gli aspetti chiave a cui i clienti prestano attenzione. I prodotti di alta qualità dovrebbero quindi soddisfare queste aspettative, motivo per cui vengono poste richieste sempre più elevate ai produttori. La costruzione passiva , che è uno dei tipi più avanzati di costruzione a risparmio energetico, è molto popolare. Uno dei maggiori vantaggi degli edifici passivi è che hanno bisogno di circa sette volte meno energia per riscaldarli rispetto ad altri edifici costruiti secondo gli standard attuali. Questo tipo di edificio si distingue per l’utilizzo di soluzioni che riducono al minimo il consumo energetico durante il funzionamento, una delle quali è, ad esempio, la fornitura di un ottimo isolamento termico. Per ridurre ulteriormente le emissioni di CO 2 delle famiglie, l’uso di fonti energetiche rinnovabili sta diventando sempre più comune. Un esempio di questo potrebbero essere i pannelli fotovoltaici che convertono l’energia solare . Al momento è ancora un investimento piuttosto costoso, ma i suoi benefici stanno convincendo un numero crescente di persone ad accettarlo. Anche l’industria chimica si sta muovendo verso lo sviluppo e l’aumento della produzione di materie prime per la produzione di pannelli (come, ad esempio, il tetracloruro di silicio) affinché questa tecnologia diventi ancora più ecologica ed economicamente vantaggiosa. Tra i prodotti dedicati al settore edile, molto diffusi sono anche gli additivi per calcestruzzo e malta , isolanti o additivi poliuretanici e materie prime del gruppo CASE (C – rivestimenti, A – adesivi, S – sigillanti, E – elastomeri) . Tra questi possiamo distinguere isolamenti termici già pronti, oppure sistemi e adesivi poliuretanici. Tra gli additivi per calcestruzzo e malte, invece, è molto diffusa sul mercato la microsilice (polvere di silice) .

Qual è il futuro per l’industria chimica?

Gli ultimi anni hanno confermato che è difficile per noi prevedere il futuro. Uno scoppio inaspettato di una pandemia, nuove condizioni politiche, ma anche i cambiamenti climatici e qualsiasi altro fenomeno su scala globale hanno un impatto sulle tendenze prevalenti. Occorre quindi pensare prima di tutto ad azioni rivolte all’“adesso” per garantire le condizioni per vivere nel futuro. Come dimostrato dalla ricerca scientifica e dalle esigenze del mercato, la chimica svolge un ruolo molto importante nello sviluppo dell’industria e nella fornitura di beni e tecnologie necessarie per la vita. Tutto ciò che ci circonda è fatto di atomi e molecole. Pertanto, la chimica apparirà sempre alla base di nuove scoperte o invenzioni. In risposta alla domanda dei consumatori e ai problemi affrontati dal mondo, l’industria chimica sviluppa e adegua costantemente la propria capacità produttiva. A parte l’obiettivo di fornire la quantità necessaria di risorse naturali per la sopravvivenza, energia o materie prime per cibo e medicine, è difficile prevedere quali prodotti chimici saranno maggiormente richiesti in futuro. Tuttavia, possiamo essere certi che la chimica ci sorprenderà con nuove scoperte più di una volta e rimarrà una delle nostre industrie più importanti per molto tempo a venire. Marta Lipka Specialista di marketing PCC Rokita Riferimenti: https://businessinsider.com.pl/technologie/nauka/katastrofa-klimatyczna-jak-bedzie-wygladal-swiat-w-2050-roku/w5wmwky https://www.national-geographic .pl/artykul/raport-cywilizacja-ludzi-upadnie-do-2050-chyba-ze-zatrzymamy-zmiany-klimatyczne https://www2.deloitte.com/pl/pl/pages/energy-and-resources/articles/ Raport-Chemistry-4-0.html https://www.opzz.org.pl/assets/opzz/media/files/f76c01c8-1f3a-45a8-bfd8-44aa50bde223/przemysl-chemiczny-1.pdf https:// www.kierunekchemia.pl/artykul,54851,prognoza-dla-chemii.html


Commenti
Partecipa alla discussione
Non ci sono commenti
Valuta l'utilità delle informazioni
- (nessuna)
Il tuo punteggio

La pagina è stata tradotta automaticamente. Apri la pagina originale