Tensioattivi

Lo sviluppo dinamico dell’industria dei tensioattivi è reso possibile dall’attenzione dei produttori nella progettazione e nello sviluppo di prodotti innovativi utilizzati sia nella produzione di beni di consumo che nei processi tecnologici.

In qualità di organizzazione focalizzata sull'innovazione, il Gruppo PCC continua ad espandere la sua gamma di moderni tensioattivi e formazioni utilizzate in molti settori. I progetti di investimento avviati e pianificati hanno ricevuto il graduale inserimento nella gamma di prodotti dell'azienda di prodotti innovativi che si basano sulle tendenze attuali e sulle esigenze dei clienti.

Pubblicato: 25-09-2020

La specificità dei tensioattivi

I tensioattivi sono composti chimici tensioattivi aventi una struttura specifica che abbassa la tensione superficiale del liquido. Grazie a questa proprietà, i tensioattivi dimostrano molte caratteristiche utili, verificando il loro utilizzo praticamente in ogni settore.

Funzioni dei tensioattivi

A causa del ruolo dei tensioattivi nella formula specificata del prodotto o del processo tecnologico, possono essere suddivisi nei seguenti gruppi:

  • sostanze di lavaggio e detergenti (rimozione di impurità)
  • agenti bagnanti (aumentando la spalmabilità del liquido)
  • disperdenti
  • agenti schiumogeni (capacità schiumogena)
  • agenti anti-schiuma (riduzione della schiuma)
  • agenti solubilizzanti (aumentando la solubilità della sostanza)
  • agenti emulsionanti (es. combinando olio e acqua)
  • agenti demulsionanti (es. separazione dell’acqua dall’olio)
  • altri tensioattivi.

Offerta di tensioattivi

I prodotti offerti dal Gruppo PCC possono essere suddivisi in due gruppi principali:

  • tensioattivi per detergenti e cosmetici
  • tensioattivi per uso industriale

Entrambi i gruppi sopra citati prodotti a struttura chimica diversificata, tra i quali si distinguono:

  • tensioattivi anionici,
  • tensioattivi non ionici,
  • tensioattivi cationici,
  • tensioattivi anfoteri.

L’uso di tensioattivi

La diversità del tensioattivo è determinata da un’ampia gamma di applicazioni. Questi sono composti utilizzati, ad esempio, come ingredienti in detergenti, cosmetici, inclusi prodotti per l’igiene personale, come saponi liquidi, gel doccia, shampoo o dentifricio. Grazie alle loro proprietà uniche, i tensioattivi sono anche utilizzati nella produzione di carta, prodotti alimentari, pitture e vernici, nonché nei settori metallurgico, agrochimico, farmaceutico, minerario, tessile, edile, ecc.

Alcune proprietà dei tensioattivi

Schiumosità e riduzione della schiuma

La capacità di schiumare la sostanza è di grande importanza in molte applicazioni industriali, come il galleggiamento di minerali, l’ottenimento di agenti estinguenti, nella produzione di detergenti o nell’industria di trasformazione alimentare, ad esempio la produzione di panna montata. Nei detersivi, la schiuma impedisce la ridistribuzione dello sporco nei processi di lavanderia e lavaggio , mentre la schiuma che si forma dopo l’aggiunta del bagno liquido ritarda il raffreddamento di un bagno caldo e lenisce delicatamente il corpo.

In alcune applicazioni, la formazione di schiuma è indesiderabile. In tal caso, i processi produttivi o tecnologici utilizzano tensioattivi con struttura chimica modificata che mantengono le loro proprietà tensioattive essenziali senza generare schiuma.

Bagnare

La bagnatura può essere definita come la diffusione di goccioline di liquido su superfici solide, ad esempio materiale di cotone e la capacità di penetrare nei suoi pori. Quando il liquido senza l’aggiunta di un tensioattivo viene applicato sulla superficie del materiale, rimane su essa sotto forma di una "goccia". Se prendi la stessa quantità di liquido puro e aggiungi un tensioattivo , puoi notare la differenza nell’area occupata da questo liquido. Grazie alla capacità dei tensioattivi di abbassare la tensione superficiale, è possibile immergere rapidamente il tessuto nell’acqua e lavarlo .

Emulsione

L’emulsificazione è semplicemente un processo di combinazione dei due liquidi immiscibili e insolubili, come olio e acqua. Come risultato del processo di emulsificazione, si ottiene un’emulsione, cioè un sistema "liquido-liquido" di dispersione bifase eterogeneo, cioè una sospensione di goccioline di un liquido in un altro liquido. Questo sistema, tuttavia, è il più instabile, nonostante l’uso frequente di vigorose miscelazioni. Quindi, per ottenere emulsioni stabili, utilizziamo i cosiddetti emulsionanti, che sono tensioattivi appositamente selezionati. Con emulsionanti e fenomeni di emulsificazione, è possibile produrre non solo cosmetici come creme o lozioni, ma anche formare vernici, adesivi, asfalto o qualsiasi noto maionese o gelato.

Detergenza

La detergenza è il processo di rimozione dello sporco. Porzioni non polari, cioè catene idrocarburiche di tensioattivi , si combinano con particelle di sporco per formare una soluzione sferica chiamata "micella". Le micelle uno strato limite che separa le particelle di sporco dalla superficie da pulire. Ciò si traduce nella formazione di un’emulsione, insolubile in acqua, che può essere facilmente rimossa lavando con acqua, ad esempio risciacquando le mani sotto il getto d’acqua dopo aver usato il sapone.


Commenti
Partecipa alla discussione
Non ci sono commenti
Valuta l'utilità delle informazioni
- (nessuna)
Il tuo punteggio

La pagina è stata tradotta automaticamente. Apri la pagina originale